17.1.13

Basta franchetti... è tempo di REC!



Un nome breve e d’impatto, facilmente memorizzabile, che immediatamente richiama la nostra attività. Un termine internazionale di facile comprensione, che non necessita traduzione. Un gruppo creativo di giovani filmakers con sede in Ticino, a Lugano.

6.4.11

L'anno del maiale

Buone notizie dal profilo dei Festival: il documentario "L'anno del maiale" è stato selezionato, fra oltre 700 iscritti, al Video Festival di Imperia.

Il 12 aprile 2011 (attorno alle 16'10), verrà proiettato quindi nella sala polivalente del Centro Culturale cittadino.

25.6.10

Centovalli

"TCFUSDC" al Film Festival Centovalli (a Camedo), 20 minuti da Locarno.
Venerdì 2 le puntate 1 e 2
Sabato 3 le puntate 3 e 4

entrata libera, non mancate!

28.5.10

Tu che fau una scuola di cinema potresti masterizzarmi un DVD?


Tattaratà... dopo la scoppiettante serata tiKINÒ, sono online tutte e quattro le puntate della sitcom per il web "Tu che fai una scuola di cinema potresti masterizzarmi un dvd" realizzata nelle scorse settimane dalla C'hai un franchetto production e amici (qui il progetto).
Le si possono guardare su youtube o, per chi ha fatto una scuola di cinema, su vimeo.

Se avete voglia di farci sapere che ne pensate, i commenti sono a vostra disposizione.

Presentazione: 
tre personaggi abitano in un appartamento da studenti di cui si vede solo il salotto con divano direzionato verso la camera, una piccola scrivania con computer, e una specie di cucinino con tavolo sul retro. Non si capisce come è disposto il resto della casa.[@more@]
La casa è il "palco" su cui vengono messe in scena le varie situazioni, con abbondante uso di oggetti scenici. Di puntata in puntata viene "sconvolta" e riarredata (nonostante rimangano alcuni punti saldi che la rendono riconoscibile) per assecondare i progetti del terzetto. Quasi sempre legati alla realizzazione di video e cortometraggi. Quasi tutte le scene sono registrate in questo ambiente tranne qualche spezzone "flashback" ricorrenti girati in altri luoghi (l'ufficio del direttore, la scuola, esterni).
Stefano e John (25enni) frequentano una scuola di cinema dalle dubbie referenze, è quindi il cinema, o meglio l'ambizione di fare cinema, gli stereotipi di chi ambisce a far un mestiere di questo tipo, assieme alla convivenza sotto allo stesso tetto, sono i temi centrali della serie. Flavio è più anziano (30enne), lavoratore precario, non si interessa di cinema ma viene suo malgrado coinvolto nelle discussioni dei due inquilini. I tre si confrontano su temi e situazioni diverse con un taglio ironico e divertito.




Ecco l'elenco dei video realizzati:
Sigla - di Samuele Barbarossa
Puntata 1 - Gelato al cioccolato
Puntata 2 - Il concorso
Puntata 3 - Il futuro è verde
Puntata 4 - Inglish curs
Backstage - di Laura Donato
Foto di scena e di backstage 

E qui i credits completi. Grazie a tutti!

5.4.10

You dent

È incredibile scoprire quanta gente in rete cerca e offre consigli per svolgere in maniera autonoma lavori di odontoiatria. Il nostro corto sembra un'assurdo demenziale, è invece la realtà per centinaia di persone che non possono permettersi cure dentistiche professionali. Da un sondaggio in UK, contestato però per l'inaffidabilità del campione, pare che l'8% della popolazione abbia tentato cure dentistiche amatoriali, un quarto di queste abbiano provato ad estrarsi un dente con pinze elettriche e un terzo avrebbero provato a sbiancarsi i denti utilizzando prodotti di pulizia per la casa. Tutti dovrebbero avere accesso a cure dentistiche di qualità, è davvero inquietante che ci siano così tante persone che debbano tentare di cavarsela da soli.

> Maggiori informazioni e fotografie

YouDent - dentista per passione - di Olmo Cerri from tikino on Vimeo.

Qui invece alcuni documenti che hanno ispirato il lavoro, e anche una versione della sceneggiatura (in pdf) e per finire, dopo il salto, i credits.

Per Passione (dentista)
un corto di Olmo Cerri e Giacomo Jaeggli
esercizio di scrittura filmica "tempo che passa"
CISA - Conservatorio di Scienze Audiovisive - Lugano
Supervisione: Lorenzo Buccella e Anna Legueurlier

con Stefano Mosimann e Prisca Groh, Nicolas Fioroni e Giuliana Jelmini
Valentina Zanotta, Alessandro Martinetti, Selma Chiguer, Matteo Valsecchi

Audio: Joel Fioroni
Script: Mladenka Radic
Sceneggiatura, scenografia, montaggio e sono: Olmo Cerri
Fotografia: Giacomo Jaeggli